Chi siamo

Sharing

richiama il banner del nostro istituto

ECCOCI QUI

IL TEAM DELLA PICCOLA REDAZIONE

Linda Buccella, 15 anni, classe 3B EN
Ho scelto di iniziare il percorso del giornalino perché credo che nel 2021 sia fondamentale informarsi a 360° e la migliore opportunità per farlo era questa. Non sono mai stata brava a scrivere articoli e a parlare davanti agli altri, ecco perché ho intrapreso questo percorso: per mettermi alla prova e superare queste difficoltà. Una frase che mi piace molto è: “non parlare se non sai” perché credo che l’unica arma contro l’ignoranza sia la cultura”.
 Alice Villa, frequento la classe 3R
Mi reputo una persona solare e socievole, per questo adoro relazionarmi con la gente e aiutare gli altri. La mia passione è la musica e mi piace suonare la chitarra. Sono entrata a fare parte del giornalino sia perché voglio mettermi alla prova e scoprire come si gestisce un giornale, sia perché ritengo che sia un’esperienza che possa aiutarmi a migliorare e crescere. Il ruolo che rivesto nel giornalino è quello di referente del sito.
Greta, 17 anni, frequento l’indirizzo alberghiero classe 3^EPA
Negli scorsi due anni ho fatto parte della redazione del giornalino. Sono una ragazza solare, timida e introversa, amante dei libri e affascinata dal mondo della scrittura, proprio per questo ho voluto provare questa nuova esperienza. Del mondo del giornalismo mi piace il fatto che ognuno possa dire la sua, ma sono contraria al fatto che poi la gente lo attacchi per i suoi pensieri. Penso che dare voce a noi ragazzi sia fondamentale, anche attraverso i giornalini scolastici, si possono passare moltissime informazioni che magari non vengono recepite se scritte da un adulto, infatti penso che il linguaggio della generazione Z sia del tutto diverso da quello delle altre generazioni in quanto siamo sempre stati circondati dal mondo dei social.
Giulia Pirovano, ho 16 anni, classe 3B EN
Mi sono unita al giornale della scuola perché credo che oltre ad ascoltarle le notizie, dovremmo leggerle e produrle; il fatto di dovermi informare per informare i miei coetanei a loro volta mi sprona a fare del mio meglio in tutto. Amo leggere e scrivere e da queste mie passioni ho deciso di provare questa nuova attività. Io sono sempre stata attratta dal fatto di dovermi impegnare, ma il giornale per me prende una forma diversa; non mi piace sentire le persone dire che informarsi non serve a nulla se niente può fermare quello che sta accadendo, perché secondo me si può sempre fare la differenza, anche con molto poco. 
Giulia Rossi, classe 3B EN
Nel tempo libero mi piace guardare un film o una serie che trattano di storie vere, così posso informarmi ma nel frattempo divertirmi. Proprio per questo ho deciso di confermare la mia partecipazione anche quest’anno: mi piace informarmi e credo che tutti dovrebbero farlo, e inoltre volevo provare una nuova esperienza che non avevo mai vissuto.
Sara Mancuso, classe 5B EN

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: